Tiralatte: quando e come usarlo nel modo corretto

Tiralatte

Il tiralatte è un apparecchio che permette di estrarre il latte materno dal seno e che in molti casi può rivelarsi utile, se non indispensabile. Le occasioni in cui può rendersi necessario l’utilizzo di un tiralatte sono diverse. In alcuni casi questo apparecchio è indispensabile perchè il bimbo ha problemi di suzione, in altri è la mamma ad averne bisogno per aumentare la quantità del latte prodotto o per assicurare la disponibilità del proprio latte al bimbo anche in sua assenza. Quello che però molte nemamme non sanno è che il tiralatte non è il massimo: può essere anche molto doloroso e quindi conviene utilizzarlo solo quando è effettivamente indispensabile.

Tipologie di tiralatte: manuale o elettrico?

In commercio esistono due tipologie di tiralatte: quello manuale e quello invece elettrico che risulta di gran lunga più comodo per un utilizzo frequente. Il tiralatte manuale è pratico e maneggevole, si riesce a trasportare con facilità ma ha una grande pecca: impiega moltissimo tempo ad estrarre il latte. Non è quindi adatto per le mamme che ne fanno un uso frequente: in questi casi è da preferire un modello elettrico. Il migliore tiralatte manuale è quello della Chicco: il più consigliato dalle mamme.

OffertaBestseller No. 1
Chicco Natural Feeling Tiralatte Manuale, Confortevole e Veloce, con Estrazione del Latte Facilitata
  • Tiralatte manuale pratico, confortevole e delicato
  • Estrazione del latte facile con Chicco System
  • Maniglia ergonomica per il comfort

Il tiralatte elettrco invece è molto più rapido ed è l’ideale per coloro che intendono farne un utilizzo frequente perchè riproduce molto bene il ritmo suzione-pausa. Tra i modelli più consigliati troviamo il Philips Avent, che ha un costo abbastanza elevato ma che si può acquistare in Amazon ad un prezzo scontato.

OffertaBestseller No. 1
Philips Avent SCF332/31 Tiralatte Elettrico con Cuscinetti Massaggianti, Natural 2.0, Include Tettarella (0+m) e Biberon, 125 ml
  • Motore duraturo e silenzioso
  • Morbido cuscinetto massaggiante, offre una piacevole sensazione di calore sulla pelle e favorisce una delicata stimolazione
  • Tre possibili velocità di estrazione

Quando usarlo? I consigli dell’ostetrica

Il tiralatte va usato per estrarre il latte materno dal seno e come abbiamo accennato le occasioni che potrebbero portare ad un suo impiego sono diverse. Secondo le ostetriche, sarebbe meglio non utilizzare questo apparecchio prima del compimento del 40° giorno di vita del neonato. In questo modo si è sicure di non compromettere l’allattamento.

Come usare il tiralatte: piccoli trucchi

Inizialmente utilizzare il tiralatte potrebbe sembrare piuttosto faticoso: non tutte le neomamme si trovano bene sin dalle prime volte e bisogna avere un po’ di pazienza. Con l’allattamento naturale le quantità di latte sono maggiori, mentre utilizzando questo apparecchio potrebbe essere difficile produrne molto. Esistono però delle strategie che possiamo mettere in atto per aumentare la quantità del latte estratto. Ecco alcuni consigli che possono fare la differenza.

Massaggiare il seno

Può essere molto utile massaggiare il seno in modo da rilassare le ghiandole interne a rendere l’evacuazione del latte più semplice e naturale.

Riscaldare il seno

Prima di usare il tiralatte, è sempre importantissimo immergere il seno per qualche minuto nell’acqua calda oppure avvolgerlo con una salvietta riscaldata precedentemente. In questo modo viene stimolata la produzione del latte.

Ascoltare musica e rilassarsi

Molte mamme affermano che anche ascoltare musica rilassante può essere di grande aiuto per riuscire ad estrarre maggiori quantità di latte.

Ogni persona trova poi i propri metodi migliori e più efficaci, ma inizialmente con queste strategie possiamo avere meno problemi con l’estrazione del latte.

Ti potrebbe interessare anche…