Spermiogramma: quello che c’è da sapere sul test della fertilità maschile

Spermiogramma

Quando all’interno della coppia si inizia a parlare di spermiogramma significa che i tentativi di concepimento non sono andati fino a quel momento a buon fine. Questo esame infatti è quello che per primo viene consigliato all’uomo per verificare la presenza di eventuali problemi di fertilità. Lo spermiogramma è un test di laboratorio che viene effettuato direttamente su un campione di liquido seminale e ha lo scopo di esaminare gli spermatozoi, sotto diversi aspetti: la loro forma, la loro motilità e la loro densità all’interno dello sperma. Inoltre, con lo spermiogramma si possono ottenere altre informazioni utili per la diagnosi di alcune patologie come il ph del liquido seminale, il numero di leucociti presenti ed il volume dell’eiaculazione.

Gli uomini hanno sempre un certo timore quando viene loro comunicato che devono eseguire uno spermiogramma, ma in verità non c’è alcun motivo di sentirsi in imbarazzo. Si tratta di un semplice esame di laboratorio che viene effettuato su un campione, il quale può essere raccolto anche a casa. Facciamo un po’ di chiarezza e vediamo cosa c’è da sapere su questo test utilissimo per controllare che non ci siano problemi di fertilità.

Spermiogramma: quando o dove farlo

Spermiogramma-valoriLo spermiogramma viene consigliato quando nella coppia i tentativi di concepire un bambino si sono rivelati fallimentari. Ricordiamo che prima di parlare di problemi di infertilità bisogna attendere 12 mesi, 6 qualora la donna avesse superato i 35 anni. Questo esame permette di capire se vi siano dei problemi nel liquido seminale ed eventualmente intraprendere un percorso per risolverli o trovare strade alternative.

Questo esame può essere effettuato presso le strutture ospedaliere, proprio come le analisi del sangue, oppure privatamente presso una clinica specializzata. Il costo, se effettuato in convenzione con una struttura ospedaliera del Sistema Sanitario Nazionale, è intorno ai 15 euro ma può alzarsi notevolmente se ci rivolgiamo ad una clinica privata, arrivando anche a 500-100 euro.

Preparazione e raccolta del campione

Per effettuare lo spermiogramma è richiesta una preparazione specifica, che si basa su semplici e poche regole:

  • Rispettare l’astinenza dai rapporti sessuali e dalla masturbazione per almeno 3 giorni prima della raccolta del campione;
  • Evitare se possibili di assumere farmaci nei giorni prima di raccogliere il campione.

La raccolta del campione può essere effettuata anche a casa, ma è importante che questo venga consegnato il prima possibile al laboratorio di analisi e non oltre le 2 ore. Per evitare di contaminare lo sperma, bisogna eiaculare direttamente in un contenitore sterile (che si può acquistare in farmacia) e quindi richiuderlo accuratamente. E’ importante lavare bene i genitali e le mani prima di effettuare la raccolta, in modo da contaminare il meno possibile il campione.

Quando si consegna il campione, può essere richiesto di indicare l’ora della raccolta e le eventuali terapie farmacologiche degli ultimi mesi. E’ quindi bene prendere nota dell’orario e fare mente locale per segnalare eventuali medicinali che si sono assunti di recente.

Spermiogramma e spermiocoltura

La spermiocoltura è differente dallo spermiogramma e viene effettuata solamente quando sono presenti dei disturbi che potrebbero essere di natura patologica. Si tratta di un esame utile per la diagnosi di alcune malattie ma non per identificare direttamente problemi di fertilità.

Ti potrebbe interessare anche…