Stitichezza neonati: cause, farmaci e rimedi naturali

Stitichezza-neonati

La stitichezza nei neonati è un disturbo abbastanza frequente e nella maggior parte dei casi è dovuto a fattori fisiologici quindi non bisogna preoccuparsi più del dovuto. Solitamente infatti, con il passare del tempo, l’intestino si regolarizza e una volta che avviene lo svezzamento il problema smette di esistere. Tuttavia, se un neonato è stitico possiamo fare qualcosa per aiutarlo ad evacuare, attenuando i sintomi più comuni come mal di pancia e sensazione di pienezza. Vediamo cosa c’è da sapere su questo disturbo comune e del tutto risolvibile.

Stitichezza neonati: le cause

La stitichezza nei neonati è un disturbo del tutto normale, specialmente se il bambino è alimentato con latte artificiale. Bisogna però fare attenzione, perchè se il neonato non lamenta un certo malessere e si limita ad evacuare con meno frequenza del normale non è detto che sia davvero stitico. Si parla di stitichezza nei neonati quando il bambino non evacua per 4 giorni consecutivi e quando lo fa le sue feci sono particolarmente dure e secche. Questo provoca in lui un certo disagio, che solitamente manifesta con nervosismo e pianto.

La causa principale della stitichezza nei neonati è del tutto fisiologica: l’intestino non è ancora formato completamente quindi non risulta al massimo della sua efficienza. Se il bambino è allattato con latte artificiale, questo disturbo potrebbe dipendere anche da questo. Il latte materno infatti contiene lattulosio, che ha l’importante funzione di regolare l’intestino.

Stitichezza neonati: farmaci e rimedi naturali

Per combattere la stitichezza neonatale esistono diversi rimedi naturali, che è sempre meglio provare prima di utilizzare veri e propri farmaci.

Stimolazione rettale con sondino

In caso di stipsi, possiamo provare innanzitutto con l’utilizzo di un sondino apposito per la stimolazione rettale dei neonati. Solitamente sono cannule in silicone che vanno inserite nell’ano e si rivelano particolarmente efficaci in caso di dischezia (le feci sono morbide ma il bambino non riesce a rilasciare lo sfintere).

OffertaBestseller No. 1
Chicco 00002335000000 Termometro Digitale 2 in 1 Dual Confort
  • Forma anatomica, discreta e sicura
  • Misurazione rettale ed ascellare
  • Sonda corta e flessibile, poco invasiva

Massaggi sulla pancia

Anche i massaggi sul pancino possono aiutare moltissimo il bambino quindi vale la pena fare alcuni tentativi. Bisogna compiere dei movimenti leggeri e circolari all’altezza dell’ombelico e questo spesso aiuta il bambino ad evacuare con più facilità.

Variare l’alimentazione

Se il neonato è allattato al seno, la mamma dovrebbe assumere maggiori quantità di acqua, fibre, frutta e verdura con l’alimentazione. Se invece gli viene somministrato latte artificiale il pediatra può consigliare di cambiare formula.

Integratori alimentari

Nei neonati allattati artificialmente il pediatra può suggerire un integratore a base di lattulosio, che appunto stimola la peristalsi intestinale.

Microclismi per bambini al miele

Tra i farmaci naturali e quindi non dannosi per i neonati, possiamo optare per dei microclismi appositamente pensati per i più piccoli. Si tratta di prodotti al miele che devono essere inseriti nell’ano e hanno la funzione di ammorbidire le feci, facilitandone l’evacuazione da parte del bambino. I microclismi si rivelano spesso molto efficaci, ma bisogna prestare attenzione e non utilizzarli troppo di frequente perchè il bambino si deve abituare ad evacuare in autonomia.

Bestseller No. 1

Ti potrebbe interessare anche…