Camera gestazionale: cos’è, dimensioni e possibili anomalie

Camera-gestazionale

La camera gestazionale è il luogo in cui si sviluppa l’embrione subito dopo l’impianto ed è quindi una delle prime cose che vengono monitorate ad inizio gravidanza. Solitamente, quando il test di gravidanza dà un esito positivo si prenota una visita dalla propria ginecologa e spesso si riesce proprio a vedere la camera gestazionale, che ha un’importanza non trascurabile. Specialmente nei primi mesi infatti, questo luogo viene monitorato per controllare che non vi siano problemi nello sviluppo del feto. La camera gestazionale cresce in modo progressivo ed è quindi importante che venga misurata: questo dato aiuta il ginecologo a comprendere eventuali anomalie ed eventualmente effettuare degli accertamenti.

Cos’è la camera gestazionale

La camera gestazionale è una delle prime cose che si formano dopo l’impianto dell’ovulo e quindi ad inizio gravidanza. Si tratta di un ambiente che si crea intorno all’embrione e che fino alla 12 settimana ospita il sacco vitellino, che verrà successivamente sostituito dalla placenta. Questo luogo è visibile attraverso la prima ecografia che viene effettuata in gravidanza, intorno alla 4 o alla 5 settimana di gestazione e ci offre delle indicazioni molto importanti sulla salute del feto e sui successivi sviluppi.

Camera gestazionale vuota: cosa significa?

In alcuni casi la camera gestazionale che si vede con la prima ecografia risulta vuota e quando questo accade la futura mamma inizia a preoccuparsi. Effettivamente, non è un buon segno non trovare alcuna traccia del feto nella camera ma non ha senso agitarsi anzi tempo. In alcuni casi infatti ciò è dovuto ad un errore di calcolo e quando viene fatta l’ecografia è in realtà solamente troppo presto per vedere la camera occupata. Se però la datazione è corretta, potrebbe essere più preoccupante perchè potrebbe indicare un’interruzione di gravidanza precoce.

Camera gestazionale irregolare: cosa significa?

Tra le anomalie più frequenti delle camere gestazionali troviamo l’irregolarità nella forma. Solitamente infatti queste strutture appaiono nel corso dell’ecografia tondeggianti e circolari, spesso piuttosto allungate. Se invece la forma è irregolare potrebbe compromettere lo sviluppo del feto e per questo viene raccomandato il riposo e l’assunzione di progesterone. La situazione in tal caso deve essere monitorata con una certa frequenza.

Camera gestazionale piccola o grande: cosa significa

Altre anomalie della camera gestazionale possono essere relative alle sue dimensioni. Normalmente infatti cresce di circa 1 mm al giorno. Se è troppo piccola, potrebbe essere un problema per lo sviluppo futuro del feto ma non è detto che sia sempre così. In alcune donne cresce più lentamente ma riesce comunque a contenere benissimo il sacco vitellino e la placenta poi quindi non comporta alcun problema.

Se la camera è invece più grande rispetto a quelle che dovrebbero essere le misure normali, c’è molto meno di cui preoccuparsi perchè il problema sorge quando non è in grado di contenere in modo adeguato il feto. Non vale quindi la pena fasciarsi troppo la testa per questi dettagli: la camera gestazionale va tenuta sotto controllo ma le sue dimensioni dipendono anche da altri fattori ed ogni donna è diversa.

Ti potrebbe interessare anche…