Ciuccio: quale scegliere e quando darlo al bambino

Ciuccio

I neogenitori sono spesso confusi riguardo all’utilizzo del ciuccio ed effettivamente non è semplicissimo capire se questo semplice strumento di suzione sia dannoso o meno per il bimbo. Le opinioni sono spesso contrastanti: c’è chi sostiene che il ciuccio non debba essere utilizzato perchè rischia di viziare il bambino, ma in verità le cose non sono proprio così. Secondo ostetrici e pediatri infatti, i ciucci non sono assolutamente dannosi e anzi, come vedremo tra poco possono scongiurare imprevisti anche molto seri come la sindrome della morte improvvisa del lattante. Via libera al succhiotto quindi dopo il primo mese di vita del neonato, ma con qualche accortezza.

Ciuccio: quale scegliere in base all’età

In commercio esistono tanti tipi di ciucci, differenti per quanto riguarda la forma ma anche il materiale. E’ importante scegliere quello giusto in base all’età del bambino, anche per evitare di correre rischi inutili. Vediamo quindi come orientarsi nella scelta del ciuccio migliore per il proprio bimbo.

Ciuccio in silicone nei primi mesi di vita

Nei primi mesi di vita, e quindi se il bambino ha da 1 a 3-4 mesi, si dovrebbero scegliere ciucci in silicone. Questo materiale infatti è molto resistente alle temperature e non rischia di alterarsi se viene sterilizzato di frequente. Il ciuccio in silicone però non è più adatto quando il bambino inizia a mettere i primi dentini, perchè se viene morso è facile che si rompa.

Ciuccio in lattice (o caucciù) dai 6 mesi

I primi dentini iniziano a spuntare generalmente intorno ai 6 mesi di vita del bimbo, ma in alcuni potrebbero comparire anche un pochino prima. A questo punto è arrivato il momento di cambiare tipologia di ciuccio e sceglierne uno in silicone. Questo materiale infatti è più resistente e anche se viene morso non rischia di rompersi come il silicone.

Quando iniziare a dare il ciuccio al bimbo

Non conviene mai dare il ciuccio al neonato prima che abbia compiuto un mese di vita, perchè questo potrebbe interferire con l’allattamento. Se infatti diamo il succhiotto al bimbo troppo presto, rischiamo che non si abitui ad attaccarsi correttamente alla mammella e che non voglia succhiare il latte direttamente dal seno. Se ciò avviene, la produzione di latte diminuisce e diventa sempre più difficoltoso allattare normalmente il bambino. Dopo il primo mese di vita invece l’allattamento è già avviato e quindi non ci sono più problemi.

Qual è il momento giusto per togliere il ciuccio?

Tutti i genitori si chiedono quale sia il momento giusto per togliere il succhiotto al bambino e in questo i pediatri sono tutti piuttosto concordi. L’età ideale sarebbe intorno ai 12 mesi: quando il bimbo compie un anno si può iniziare ad eliminare il ciuccio, anche perchè potrebbe favorire l’insorgenza di otiti. Per quanto riguarda la dentatura invece non ci sono grandi problemi ed il succhiotto inizia a diventare un problema se viene utilizzato dopo i 2 anni. Dopo quest’età infatti, oltre a rischiare di provocare distorsioni e malocclusioni, il succhiotto diventa anche un vero e proprio vizio ed è importante che il bimbo si abitui a farne a meno.