Mani bocca piedi: sintomi, contagio e cura

Mani-bocca-piedi

La malattia mani bocca piedi è tra le patologie esantematiche più diffuse tra i bambini di età inferiore ai 5 anni, ma può colpire anche adolescenti o adulti, anche se in questo caso si presenta generalmente in forma più lieve. La malattia mani bocca piedi risulta invece decisamente più problematica se contratta in gravidanza perchè comporta dei rischi molto gravi per il feto. Per questo motivo è importante che i genitori siano informati adeguatamente e mettano in atto delle misure per prevenire il contagio.

In sè questa malattia esantematica non è pericolosa: i sintomi sono spesso simili a quelli di una banale influenza, a cui si aggiungono le manifestazioni tipiche che compaiono appunto su mani, bocca e piedi.

Mani bocca piedi: cause e sintomi

La malattia mani bocca piedi può essere causata da vari tipi di virus che appartengono al genere degli Enterovirus e colpisce soprattutto nei mesi invernali e primaverili. Come vedremo, la sua contagiosità è molto elevata.

Febbre e manifestazioni cutanee

I sintomi tipici di questa malattia si presentano in modo graduale e solitamente il primo a comparire è la febbre, che può far pensare ad una banale influenza. Dopo un paio di giorni però si manifesta l’esantema, sotto forma di piccole vescicole di colore grigiastro che inizialmente colpiscono il cavo orale. In seguito, solitamente dopo uno o due giorni, l’esantema si estende anche alla pianta dei piedi e ai palmi delle mani ma le vescicole potrebbero comparire anche in altre parti del corpo come il viso, le braccia, le gambe, i glutei ed i genitali. Fortunatamente, l’esantema è poco fastidioso: il prurito è quasi sempre assente o minimo come avviene per la sesta malattia, altra patologia esantematica tipicaa dell’infanzia. Le ulcere in bocca potrebbero invece risultare più dolorose. Le vescicole scompaiono da sole entro una settimana o 10 giorni al massimo.

Altri sintomi della malattia

Gli altri sintomi che si possono manifestare sono simili a quelli influenzali:

  • Tosse;
  • Mal di testa;
  • Mal di gola;
  • Diarrea e dolori addominali;
  • Malessere generale;
  • Scarso appetito.

Incubazione, contagio e riammissione all’asilo

Il periodo d’incubazione della mani bocca piedi va dai 3 ai 7 giorni e come abbiamo detto si tratta di una malattia altamente contagiosa. La trasmissione può avvenire in diversi modi:

  • Contatto diretto con muco, feci, saliva o vescicole della persona infetta;
  • Contatto diretto con superfici contaminate;
  • Via aerea (attraverso tosse, starnuti o anche solo parlando).

Il virus è in grado di sopravvivere anche dopo che le manifestazioni più tipiche sono scomparse. Nelle feci la sua emivita può superare le 4 settimane mentre nella salivanon supera le 2 settimane. E’ importante ricordare che la mani-bocca-piedi può essere contratta anche più di una volta, se il virus è differente. Per la riammissione all’asilo non è necessario attendere che il virus sia stato completamente debellato, basta che siano scomparse le manifestazione esantematiche e la febbre.

Cura e prevenzione

Per questa malattia non esiste una cura, poichè la mani bocca piedi si risolve spontaneamente entro un paio di settimane. Vista la sua pericolosità per le donne in gravidanza però è bene mettere in atto delle misure per prevenire il contagio. Evitare quindi il contatto con parti potenzialmente infette e in generale il contatto ravvicinato con un figlio che ha contratto la malattia.