Perdite marroni: un possibile sintomo di gravidanza

Perdite-marroni

Le perdite marroni scatenano sempre una certa preoccupazione, perchè quando dalla vagina escono delle secrezioni di questo colore alla loro origine potrebbe esserci un problema anche piuttosto serio. Se infatti nella maggior parte dei casi le perdite marroni sono fisiologiche e non devono destare eccessive preoccupazioni, in altre circostanze potrebbero essere il sintomo di una patologia anche importante. Conviene dunque tenerle monitorate ed eventualmente, se non dovessero passare nel giro di qualche giorno, rivolgersi al proprio ginecologo di fiducia.

Quello che in molte non sanno è che le perdite da impianto possono in alcuni casi avere una colorazione marrone: non sempre sono rosa quindi potrebbero anche indicare una gravidanza! Naturalmente in questo caso il momento della loro comparsa è determinante, così come la loro quantità. In linea di massima possiamo quasi sempre escludere un problema grave se le perdite sono scarse e durano per pochi giorni.

Perdite marroni: spotting o gravidanza?

Se non sono abbondanti come il ciclo e durano solo per alcuni giorni, le perdite marroni sono quasi sempre benigne. Non c’è dunque da preoccuparsi e anzi, in alcuni casi potrebbero essere il sintomo di una gravidanza in atto! Va tuttavia precisato che anche lo spotting premestruale è caratterizzato da questa colorazione quindi per capire quale sia la natura delle perdite dobbiamo prestare attenzione a quando compaiono.

Perdite marroni e spotting premestruale

Lo spotting premestruale si presenta con delle piccole perdite ematiche, che in alcuni casi potrebbero assumere una colorazione più scura del normale. Questo è dovuto al fatto che la quantità di sangue è minima e rimane in vagina più a lungo del normale flusso, quindi si ossida diventando appunto marrone. Come riconoscere lo spotting premestruale? Naturalmente facendo riferimento al periodo in cui compare, che deve corrispondere ai giorni immediatamente precedenti l’arrivo previsto del ciclo. Lo spotting ha una durata di pochi giorni, dopo i quali arrivano le mestruazioni.

Perdite da impianto marroni

Perdite-marroniIn alcuni casi anche le perdite da impianto possono assumere una colorazione marroncina ed il motivo è sempre lo stesso. Trattandosi di minime quantità di sangue, rimangono più tempo in vagina prima di fuoriuscire e di conseguenza si ossidano assumendo un colore più scuro. Le perdite da impianto solitamente compaiono prima dello spotting premestruale: dai 6 ai 12 giorni dopo il concepimento. Attenzione però, perchè quest’ultimo non coincide sempre con il rapporto sessuale perchè l’impianto dell’ovulo può avvenire anche 2-3 giorni dopo. In sostanza non è facilissimo riconoscere le perdite da impianto perchè in alcuni casi compaiono proprio prima dell’arrivo del ciclo mestruale. Sono accompagnate spesso da alcuni crampetti a livello uterino, cosa che può depistare e portare a pensare che sia in arrivo il ciclo vero e proprio.

Perdite marroni: quando non sottovalutarle

Come abbiamo accennato, le perdite marroni possono anche essere il sintomo di una patologia più seria che necessita di un trattamento specifico. Per tale ragione non conviene mai sottovalutarle, specialmente se durano per diversi giorni e se la loro quantità è considerevole. In questi casi conviene sempre rivolgersi al proprio ginecologo.

Ti potrebbe interessare anche…