Capezzoli in gravidanza: i cambiamenti dei primi giorni

Capezzoli-in-gravidanza

I cambiamenti che avvengono nei capezzoli in gravidanza rientrano tra i primissimi sintomi che possiamo percepire all’inizio della gestazione. Il seno infatti è la parte del corpo che inizia a cambiare sin da subito e in alcuni casi ancora prima di fare il test di gravidanza ci sono donne che capiscono di essere incinte proprio per via dei capezzoli. Se per alcune i cambiamenti che avvengono sono lievi e si limitano all’aspetto del seno, per altre potrebbero manifestarsi dei veri e propri disturbi come ipersensibilità e dolore. Fortunatamente però anche in questo caso esistono dei rimedi che ci permettono di alleviare i sintomi più tipici e che non rischiano di essere dannosi per il bambino.

Capezzoli in gravidanza: come cambiano nei primi giorni

I cambiamenti che avvengono nei capezzoli sin dai primissimi giorni di gravidanza sono molti, sia per quanto riguarda il loro aspetto che per le sensazioni che si percepiscono toccandoli o anche semplicemente indossando il reggiseno. Ad inizio gravidanza i capezzoli possono diventare più scuri e l’areola che li circonda potrebbe ingrandirsi in modo anche piuttosto evidente. Non è detto che questo avvenga in tutte le donne, ma spesso è uno dei primi sintomi della cicogna in arrivo.

Per quanto riguarda la sensazione, molte donne dicono di provare un vero e proprio dolore mentre per altre si tratta più che altro di fastidio. Questo dipende dal fatto che nelle prime settimane di gravidanza i capezzoli sono decisamente più sensibili del normale e si preparano a tutti i cambiamenti che avvengono nel seno. Osservandoli bene si possono notare i tubercoli di Montgomery ingrossarsi sempre di più e in alcuni casi possono comparire anche degli antiestetici peli proprio intorno all’areola. Questo è dovuto ai cambiamenti ormonali che avvengono durante la gestazione e non c’è molto da fare se non levarli.

Come alleviare dolore e fastidio ai capezzoli in gravidanza

Fortunatamente, possiamo alleviare il dolore ed il fastidio che sentiamo nei capezzoli duante la gravidanza senza dover ricorrere a farmaci pericolosi per il feto. La maggior parte delle donne in stato interessante trova molto sollievo nell’applicazione sui capezzoli di oli lenitivi appositamente pensati, che riescono ad alleviare almeno in parte il dolore. Sarebbe poi meglio cercare di indossare maglie larghe e comode per evitare di comprimere il seno e lo stesso discorso vale anche per l’intimo. Durante la gravidanza conviene utilizzare dei reggiseni che siano traspiranti e in cotone ed evitare invece quelli sintetici che rischiano di peggiorare il prurito ed il dolore ai capezzoli.

OffertaBestseller No. 1
Bio-Oil Olio Specializzato per la Cura della Pelle - 125 ml
  • Azione emolliente
  • Adatto per viso e copro
  • Aiuta a ridurre rughe e smagliature

Prevenire ragadi e altri problemi ai capezzoli

Durante la gravidanza e nella fase immediatamente successiva al parto, i capezzoli rischiano di risentirne moltissimo perchè con l’allattamento sono spesso sottoposti ad un grande stress. Per evitare di andare incontro a problematiche serie e fastidiose come le ragadi conviene preoccuparsi della salute dei capezzoli sin dall’inizio della gravidanza, applicando degli oli lenitivi ed idratanti. In questo modo è meno probabile andare incontro a diverse problematiche che purtroppo interessano moltissime donne dopo il parto e che spesso e volentieri compromettono l’allattamento.

Ti potrebbe interessare anche…