Sintomi sinusite: come riconoscerla e curarla nei bambini

Sintomi-sinusite

La sinusite è una patologia molto frequente nei bambini, che non deve allarmare i genitori ma non può nemmeno essere trascurata perchè provoca sintomi molto fastidiosi che richiedono un trattamento specifico. Nelle forme più lievi questa malattia può essere trattata con alcuni rimedi naturali, con dei semplici lavaggi nasali e tende a risolversi da sola entro alcuni giorni. In altre situazioni invece è necessaria una cura antibiotica, quindi conviene sempre rivolgersi al pediatra per appurarne la gravità ed iniziare la terapia più indicata. La sinusite non è altro che l’infiammazione dei seni paranasali e spesso può essere confusa con un banale raffreddore perchè è proprio da questo che viene scatenata e possiamo considerarla come una sua complicanza.

Per riconoscere una sinusite e distinguerla da un comune raffreddore però possiamo prestare attenzione ai sintomi, perchè alcuni di questi sono specifici di tale patologia.

Sinusite: le cause più frequenti nei bambini

Sintomi-sinusite-bambiniLa sinusite può colpire sia gli adulti che i bambini, ma in questi ultimi è molto frequente perchè si tratta di un’evoluzione del comune raffreddore e capita spesso che i più piccoli ne siano affetti. Se questa infiammazione però si presenta in forma cronica, all’origine potrebbe anche esserci un altro tipo di problema come una rinite allergica.

Tra le cause più frequenti di sinusite nei bambini troviamo le seguenti:

  • Raffreddore forte, che provoca ostruzione dei seni nasali e facilita l’infezione batterica;
  • Rinite allergica o altre allergie che colpiscono le vie respiratorie;
  • Infiammazione cronica delle tonsille faringee (adenoidi);
  • Deviazione del setto nasale (nei bambini in età scolare);
  • Sistema immunitario debole (dopo una cura antibiotica o per via di una patologia specifica).

Sintomi sinusite: come riconoscerla nei bambini

Di sintomi sinusite specifici ce ne sono diversi, quindi possiamo tranquillamente distinguerla da un banale raffreddore semplicemente prestando attenzione ai disturbi che manifesta il piccolo. Tra i sintomi sinusite più comuni troviamo i seguenti:

  • Naso chiuso e sintomi tipici del raffreddore, che però non si risolvono entro 10 giorni;
  • Tosse;
  • Febbre;
  • Sensazione di debolezza e stanchezza;
  • Presenza di muco e catarro;
  • Mal di testa (molto meno frequente nei bambini rispetto agli adulti).

Tutti questi sintomi potrebbero dipendere anche dal raffreddore o da un’influenza quindi non sempre si riesce a riconoscere la sinusite in modo immediato. In linea di massima però sappiamo che un banale raffreddore o una sindrome influenzale si risolvono spontaneamente entro una decina di giorni. Se quindi ci accorgiamo che il bambino continua a presentare gli stessi disturbi anche dopo i 10 giorni, potrebbe trattarsi proprio di sinusite.

Come curare la sinusite nei bambini

Come abbiamo accennato, la sinusite non sempre richiede un trattamento farmacologico. In alcuni casi, se l’infiammazione è lieve, la si può curare con dei rimedi naturali ed i lavaggi nasali in tal senso risultano spesso efficaci. Se però la sinusite è cronica oppure più accentuata, bisogna ricorrere ad una terapia antibiotica. Conviene quindi rivolgersi sempre al pediatra, che sarà in grado di diagnosticare la gravità del disturbo e di prescrivere il rimedio naturale oppure la cura più adatta a seconda della situazione.