Colore occhi neonato: come cambia e quando diventa definitivo

Colore-occhi-neonato

Una delle domande più frequenti delle mamme, una volta che il bambino è venuto al mondo e che quindi hanno superato tutti i dubbi sul parto e sulla gravidanza, riguarda il colore degli occhi del neonato. Nei loro primi mesi di vita infatti i bambini hanno una colorazione dell’iride che non è definitiva e mano a mano che crescono avvengono dei cambiamenti repentini nei loro occhi. E’ per questo motivo che non è possibile determinare il colore degli occhi di un bimbo appena nato e quindi occorre avere un po’ di pazienza. Non ci si deve nemmeno stupire se appena venuto al mondo il proprio bambino ha l’iride chiaro o tendente all’azzurro: si tratta di una tonalità del tutto transitoria che nel giro di alcuni mesi cambierà sicuramente.

Colore occhi neonato: da cosa dipende?

Innanzitutto, il colore degli occhi del proprio bambino dipende sempre da fattori ereditari quindi possiamo fare delle previsioni andando a guardare le caratteristiche di mamma e papà ma anche dei nonni. Se infatti i genitori hanno l’iride castano ma uno dei nonni ha gli occhi azzurri, il bimbo potrebbe ereditare questa caratteristica dalla generazione precedente. Se al contrario in famiglia non esistono parenti stretti con gli occhi chiari è praticamente impossibile che il bambino, una volta cresciuto, avrà questa caratteristica fisica.

Colore occhi neonato: quando cambia e perchè

Colore-occhi-neonatoCome abbiamo accennato, i bambini appena nati hanno sempre una colorazione degli occhi piuttosto indefinita che può tendere al blu oppure al grigio. Questo dipende dal fatto che i melanociti, ossia le cellule responsabili della produzione della melanina, sono rimasti inattivi fino al momento del parto. Quando era nella pancia della mamma il bimbo si trovava al buio e di conseguenza queste cellule non hanno avuto modo di produrre melanina. Alla nascita tutti i bambini hanno un colore degli occhi pressoché uguale e dipende proprio dal fatto che non è ancora iniziata la produzione dei melanina da parte del corpo del piccolo. Con il passare del tempo i melanociti si attivano, ma impiegano circa 1 anno prima di giungere a completa maturazione.

Il colore degli occhi nel neonato cambia in modo notevole solitamente tra i 6 ed i 9 mesi di vita, ma in alcuni bambini non si può definire con certezza fino al compimento di 1 anno. Mano a mano che la produzione di melanina aumenta e che quindi i melanociti svolgono il loro lavoro alla luce del sole, il colore dell’iride si trasforma e diventa sempre più scuro fino a raggiungere la tonalità ereditata. I neonati con gli occhi azzurri quindi è molto probabile che diventino castani una volta compiuto 1 anno di vita, ma se intorno ai 9 mesi continuano ad avere l’iride molto chiaro probabilmente questo sarà il loro colore definitivo.

Colore occhi neonati allattati al seno: il latte non centra nulla

Si è ormai diffusa una leggenda metropolitana per cui il colore degli occhi del neonato sarebbe influenzato dall’allattamento al seno. Questo è proprio un falso mito, perchè non esiste alcun collegamento tra il latte materno ed il colore dell’iride!

Ti potrebbe interessare anche…